36
Duvan Zapata di nuovo a Napoli? Un'idea tutt'altro che campata per aria in vista della prossima stagione, considerando anche le recenti dichiarazioni del patron Aurelio De Laurentiis, che ha aperto all'arrivo di un grande attaccante per completare la batteria già a disposizione di Carlo Ancelotti. E fra i nomi emersi in queste ore spunta anche quello del centravanti dell'Atalanta, già passato con poca fortuna all'ombra del Vesuvio (dal 2013 al 2015) reduce dalla sua migliore annata in carriera con all'attivo la bellezza di 28 gol spalmati tra le varie competizioni. Un rendimento al di sopra di ogni più rosea aspettativa, che ha fatto ovviamente schizzare alle stelle la sua valutazione di mercato: il club nerazzurro ha pagato 14 milioni di euro alla Sampdoria la scorsa estate per il prestito, mentre a giugno 2020 dovrà versarne altri 12 per l'eventuale riscatto, ma sono diverse le società, anche straniere, che hanno già chiesto informazioni sul colombiano.
Tra queste c'è il Napoli, alla ricerca di un giocatore che aumenti il peso specifico dell'attacco, che rappresenti nel sistema tattico di Ancelotti il bomber da una ventina di gol certi e che possa completarsi al meglio col polacco Milik. Per arrivare a Zapata, col quale non ci sarebbero problemi a raggiungere un'intesa economica, il Napoli ha già preparato una strategia, manifestando la sua disponibilità ad inserire nell'eventuale operazione Roberto Inglese, reduce dal prestito a Parma e nome gradito ai nerazzurri. Meno semplice al momento trovare una quadra con Percassi sul conguaglio economico, considerando che già a gennaio dall'Inghilterra erano giunte offerte tra i 30 e i 40 milioni di euro per il colombiano, cifre che alla luce del grande campionato coinciso con la storica qualificazione in Champions League potrebbero non bastare più.