181
Gli ultimi giorni in casa Napoli sono stati difficilissimi. Dalle positività al Covid-19 di Demme, Politano e Zanoli, passando per l'infortunio di Ounas, fino alla sconfitta contro l'Inter di ieri a San Siro. Ma arrivano notizie ancora peggiori che riguardano Osimhen e Anguissa, entrambi infortunati.

OSIMHEN - Il nigeriano ieri ha subito un durissimo scontro con Skriniar ed è stato costretto ad abbandonare il campo per essere trasportato all'ospedale Niguarda di Milano. Gli esami effettuati ieri sera hanno evidenziato fratture multiple scomposte dell'orbita e dello zigomo sinistro. Questa notte è rimasto in osservazione e stamattina è stato dimesso. Il giocatore è pronto per fare ritorno a Napoli dove verrà sottoposto nei prossimi giorni all'intervento. Solo dopo l'operazione potranno essere definiti i tempi di recupero però le sensazioni non sono affatto positive. La speranza del Napoli è quella di ritrovarlo con una maschera protettiva per i due match contro Milan e Spezia del 19 e 22 dicembre. Difficile ma non impossibile. Probabile che andrà direttamente in Coppa d'Africa e così Spalletti lo ritroverebbe verso la fine di gennaio. Nessuna garanzia, però, con Osimhen che addirittura rischia di saltare la Coppa d'Africa qualora la situazione dovesse essere più grave del previsto. Tutto da scoprire solo dopo l'operazione.
ANGUISSA - I guai non finiscono qui perché nel match di ieri è arrivato anche l'infortunio di Anguissa. Il centrocampista camerunense ha terminato regolarmente la gara ma nel finale ha sentito una fitta all'adduttore. Gli esami diagnostici effettuati questa mattina hanno evidenziato una lesione distrattiva del grande adduttore sinistro. Il giocatore ha iniziato l’iter riabilitativo. Una brutta tegola per Spalletti che dovrà rinunciare ad Anguissa per almeno 2-3 settimane e spera di averlo al top per il match delicato contro il Milan a San Siro del 19 dicembre.