47
Meno di un mese per cambiare la propria condizione: da possibile partente a punto fermo, Franck Kessie è tornato al centro del progetto Milan. A gennaio l'ivoriano era stato al centro di diverse voci e occasioni di mercato, dalle sempre vive sirene della Premier League a una pista più suggestiva, l'Inter: Conte aveva indicato il profilo dell'ex Atalanta come quello più indicato per dare un rinforzo muscolare alla mediana dei nerazzurri, che hanno provato a intavolare con i rivali cittadini un'operazione che coinvolgesse Matias Vecino. Il Milan ha detto no, con Stefano Pioli che ha fatto capire di voler puntare su Kessie nella nuova linea di centrocampo e i risultati hanno premiato. Complice anche l'infortunio di Krunic, l'ivoriano è sempre stato impiegato e il suo rendimento è migliorato sensibilmente: tra i più positivi nelle ultime settimane, soprattutto in Coppa Italia dove non ha sfigurato nella semifinale d'andata contro la Juventus. "Kessie sta facendo prestazioni all'altezza del giocatore che è, è in crescita. Ci vuole ancora una maggior pulizia nello sviluppo del gioco per migliorarsi ulteriormente" aveva dichiarato Pioli alla vigilia della Fiorentina, evidenziando i miglioramenti del centrocampista classe '96.

CONFERMA POSSIBILE - Il nuovo ruolo da mediano puro lo aiuta e può cambiare un futuro che sembrava già scritto: la conferma in vista della prossima stagione è possibile. Le prestazioni positive di Kessie stanno facendo riflettere dirigenza e proprietà rossonere, fino a poche settimane fa orientate a una cessione al termine della stagione: anche qualora arrivasse un'offerta soddisfacente, non inferiore ai 30 milioni di euro, la società teme di non trovare un sostituto adeguato alle stesse condizioni economiche. Campo e mercato, Kessie sta cambiando il proprio futuro grazie alla rivoluzione tattica di Pioli: nei prossimi mesi si gioca la conferma al Milan.
@Albri_Fede90