Commenta per primo

Un girone fa, la storia di loro due. Da Brescia al Brescia c'è tutta la favola di Ilicic e Bacinovic. Al Rigamonti con l'esordio in A cominciò la parabola dei due allora illustri sconosciuti sloveni. Chi glielo doveva dire che dopo una settimana sarebbero stati titolari contro l'Inter per poi diventare parte integrante della squadra di Rossi?

Prendete Ilicic, buttato nella mischia finale di Brescia insieme al suo connazionale, dopo sette giorni, al cospetto dell'Inter, ha infilato Julio Cesar dando il via a uno score personale che nel giro di un mese lo ha messo in evidenza per le sue prodezze balistiche. Una favola trasformata in realtà, perché Ilicic nel frattempo è diventato Iliciclone: i 7 gol realizzati ne fanno il vice-capocannoniere del Palermo.

Una favola che se l'avessero raccontata anche a Bacinovic si sarebbe fatto una grande risata. E invece lui una volta entrato in squadra non ha lasciato più il posto, scavalcando nelle gerarchie Liverani. All'inizio essenziale nelle giocate, col passare del tempo, oltre a dare protezione alla difesa, ha preso maggiore confidenza nell'impostazione della manovra. E i momenti di gloria non sono mancati neppure allo sloveno meno appariscente, con i gol a Bologna e Milan.

(La Gazzetta dello Sport - Edizione Sicilia)