186
Dopo l'estate della polemica e quella della tranquillità, per Gigio Donnarumma è stata ancora una volta un'estate di mercato. Due anni fa, infatti, la telenovela legata al rinnovo, prima rifiutato e poi firmato grazie ad un accordo tra il Milan e Mino Raiola. L'anno scorso, la maturità a scuola e la convinta permanenza in casa rossonera. Quest'anno, infine, riecco le tante voci su un possibile addio, utile a far respirare le casse di via Aldo Rossi. 

DIETROFRONT PSG - Da un paio di settimane, tuttavia, voci e rumors si sono placati. L'interesse del Paris Saint-Germain, che a giugno era più vivo che mai, è andato lentamente affievolendosi. Tanto che, nelle ultime ore, i francesi hanno preso una decisione definitiva: Areola sarà il portiere titolare, in attesa di definire la trattativa per Martin Dubravka. L'alternativa, rappresentata per diverso tempo dal Manchester United, è anch'essa scemata: i Red Devils, infatti, hanno pronto un maxi-contratto per convincere David De Gea a restare.

IDEA RINNOVO - Il futuro di Donnarumma, dunque, si tinge sempre più di rossonero. Il Milan sa di avere tra le mani un pezzo unico e pregiato sul mercato, che garantirebbe una plusvalenza completa. Per questo motivo, in caso di giusta offerta, in via Aldo Rossi valuterebbero l'ipotesi, ma restando fermi sulla valutazione di 50 milioni di euro. Le offerte al momento scarseggiano e a settembre può riprendere la trattativa per il rinnovo. L'idea di Boban e Maldini è blindare Gigio, prolungando il rapporto in scadenza nel 2021