84
Simon Kjaer, dal suo arrivo,  ha spodestato Mateo Musacchio del ruolo di titolare  in difesa al fianco di Alessio Romagnoli. Il centrale argentino non ha gradito particolarmente le scelte di Stefano Pioli anche se il legame con il Milan è rimasto intatto.  In rossonero sta bene, la sua famiglia si trova benissimo a Milano ma il futuro è ancora tutto da scrivere. Il contratto in scadenza nel 2021 non è stato ancora motivo di discussione tra il club e il suo agente Marcelo Lombilla. E in Spagna ci sono diversi club pronti a cogliere la palla al balzo.
IL VALENCIA FA SUL SERIO - Il Valencia vuole regalare almeno un paio di rinforzi difensivi al suo allenatore Albert Celades. Il nome in cima alla lista è proprio quello di Mateo Musacchio su precisa richiesta del nuovo direttore sportivo Cesar Sanchez. I due si conoscono bene perché sono stati compagni di squadra al Villarreal nella stagione 2011/2012. C'è già stato un contatto diretto con l'entourage del giocatore, una richiesta di informazioni per sondare la disponibilità a un ritorno nella Liga. Non è ancora partita una vera e propria trattativa perché il ragazzo vuole capire le intenzioni del club e quelle del possibile nuovo allenatore, ovvero Ralf Rangnick. Secondo quanto risulta, l'argentino non è considerato incedibile dal Milan: se dovesse arrivare un'offerta superiore ai 10 milioni di euro verrebbe presa in considerazione. Ecco perché la pista Valencia va tenuta in grande considerazione. Anche il Betis Siviglia è interessato e segue con attenzione la situazione relativa al classe 1990. Dopo tre stagioni può chiudersi l'avventura in rossonero di Musacchio.