L'attaccante dell'Atalanta Josip Ilicic ha parlato al giornale sloveno Ekipa, partendo dalla nazionale fino all'Atalanta: "E' sempre bello tornare vicino a casa ed è ancora più bello farlo con l'intenzione di fare qualcosa di importante per il mio paese: sono motivato, sono qui e farò di tutto per far bene. C'è stato un grande cambiamento in me, nella testa: sono maturato e  ho trovato costanza. Prima giocavo qualche buona gara, poi mi perdevo, ora invece tengo un livello costante, sono estremamente soddisfatto. La famiglia mi ha cambiato, i bambini mi hanno cambiato, la malattia mi ha cambiato: sono maturato, come uomo, e spero duri a lungo. Non penso certo che durerò altri vent'anni a giocare, ma non vedo questi Europei come l'ultima chance. Poi ci sono i Mondiali, non sento la pressione del tempo ma sono certamente qui per cambiare le cose. L'Atalanta? Sono stato la scelta di Gasperini, mi ha voluto lui e questo ha influito. Mi ha fatto bene scegliere questa società, sembriamo fatti l'uno per l'altra: ci sono tante cose che mi si addicono a Bergamo e in più mi sto preparando fisicamente anche con un piglio diverso. Sono nel posto giusto, al momento giusto".