Il Milan vince, convince, e passa il turno in Europa League con una doppia vittoria sul Ludogorets che consacra l'ottimo momento di quasi tutta la rosa a disposizione di Gennaro Gattuso. Quasi tutta perchè fra i grandi bocciati della gelida serata milanese c'è ancora una volta l'attaccante portoghese Andrè Silva, l'unico dei giocatori acquistati in estate che meno sta giustificando l'importante esborso fatto per lui.

SUMMIT FASSONE-MENDES - Nella serata di ieri era presente sugli spalti di San Siro anche l'agente del giocatore Jorge Mendes. Il super procuratore portoghese ha sfruttato la notte europea per incontrare l'amministratore delegato dei rossoneri, Marco Fassone. I due hanno fatto il punto sul futuro dell'attaccante portoghese con la forte possibilità che a fine stagione possa arrivare l'addio al Milan.

IL MONDIALE PER RILANCIARSI? - Solo 8 gol da inizio anno
, tutti in Europa League e distribuiti soltanto su 4 partite, e nessuno in campionato. Un bottino decisamente insufficiente per un giocatore pagato 38 milioni di euro quest'estate al Porto. Sia il Milan che Jorge Mendes sperano nella vetrina del Mondiale col Portogallo per rivalutare il suo cartellino e provare a trovare una sistemazione per lui. Ad oggi la volontà dell'agente del portoghese è quella di proporlo a club di Premier League che possono garantire sia alti ingaggi che pagamenti adeguati al club. Una speranza a cui si aggrappa anche il Milan, l'incontro di ieri è servito a ribadirlo.