3
Ha dell'incredibile quanto successo in Spagna nella seconda divisione. L'arbitro di Rayo Vallecano-Albacete, José Antonio López Toca ha deciso di sospendere l'incontro dopo che la formazione ospite si è rifiutata di tornare in campo dopo l'intervallo. Il motivo? I cori della tifoseria del Rayo Vallecano contro lo storico ex Roman Zozulya chiamato a gran voce "nazista" nel corso di tutta la gara.

Un caso spartiacque, che ha radici profonde perché il giocatore di origini ucraine è uno storico ex del Rayo da cui, di fatto, è stato costretto ad andarsene poco dopo aver firmato dal Betis nel 2017 proprio per dissapori con la tifoseria che già allora o aveva accusato di essere un simpatizzante di gruppi di estrema destra.

E più volte nel corso della gara lo speaker dello stadio aveva minacciato che la partita era a rischio sospensione se i cori contro il giocatore non fossero cessati. La tifoseria di casa, dichiaratamente di sinistra, non ha accennato a smettere e l'Albacete, appoggiata dalla Liga che ha anche già diramato un comunicato, ha scelto di non tornare in campo sigillando il risultato sullo 0-0.