201
Arrivano i primi quattro arresti, dopo le offese rivolte sui social a Rashford, Sancho e Saka, i giocatori dell'Inghilterra che hanno sbagliato i rigori decisivi nella finale di Euro 2020 contro l'Italia. Le forze dell'ordine continueranno ad indagare sugli utenti che si sono resi protagonisti di questi abusi, sui social e non solo.

LE PAROLE DEL CAPO - Come riportato da Sky Sports, Mark Roberts, il capo della polizia, ha affermato: "Identificheremo le persone che sono dietro questo crimine e le rintracceremo, a quel punto dovranno affrontare le gravi conseguenze di queste azioni vergognose. Gli abusi razziali nei confronti dei nostri giocatori dopo la finale degli Europei sono vili e hanno scioccato tutti gli inglesi. La nostra Nazionale ha rappresentato un modello da seguire per comportamento, professionalità e dignità nel corso del torneo, sono veramente disgustato dal fatto che ci sia qualcuno che crede accettabile rivolgere parole così aberranti nei loro confronti o nei confronti di chiunque altro".. 

I PROVVEDIMENTI DI JOHNSON - Il premier britannico Boris Johnson ha confermato la volontà di estendere il divieto di assistere agli avvenimenti sportivi a coloro i quali offendono per motivi razziali, mentre le società di social media dovranno pagare multe salate nel caso in cui non riuscissero a rimuovere gli insulti dalle loro piattaforme.