L’incontro che si è svolto a Roma tra i vertici dell’Inter è durato circa due ore. Dalla Cina è arrivato il patron Zhang Jindong e da Milano lo hanno raggiunto Alessandro Antonello, Steven Zhang e Beppe Marotta. All’Hotel Hilton di Roma i massimi dirigenti della società di corso Vittorio Emanuele hanno affrontato quattro tematiche che Suning ritiene importanti per il piano di sviluppo futuro.

PIAZZAMENTO CHAMPIONS - Zhang Jindong ha battuto molto su questo tasto. Il patron chiede che l’Inter finisca la stagione classificandosi tra le prime quattro e a tal proposito ha raccomandato massima attenzione al gruppo e alla gestione dei casi spinosi, come quello di Icardi, su cui ha voluto un dettagliato approfondimento. Non arrivare in Champions sarebbe un fallimento che porterebbe a scelte societarie dolorose e a quel punto non sarebbe a rischio solo la posizione di Luciano Spalletti.

VELOCIZZARE LE PRATICHE PER IL NUOVO STADIO - Il secondo punto riguarda lo stadio. Dopo aver atteso il Milan per un paio d’anni, l’Inter non vuole che la questione San Siro torni nuovamente a impantanarsi. Zhang ha voluto sapere come procedono le trattative col comune e col Milan, raccomandandosi con i propri dirigenti di insistere molto sulla questione perché prioritaria per i futuri ricavi del club. NUOVA SEDE - Il terzo punto riguarda il trasloco che l’Inter effettuerà nel mese di maggio da corso Vittorio Emanuele a zona di Porta Nuova. Il patron nerazzurro si è preoccupato della soddisfazione dei dipendenti e ha chiesto se tutti fossero contenti del cambiamento.

RISTRUTTURAZIONE DI APPIANO GENTILE - Quarto ed ultimo punto, i lavori della Pinetina, che partiranno questa estate. All’interno del complesso sorgeranno nuove strutture che consentiranno al club di essere all’avanguardia sotto tutti i punti di vista, con nuove aree ed ulteriori servizi garantiti ai calciatori.