2
Un esterno di fascia: è quello che l’Inter ha cercato con insistenza nel corso di tutto il mercato di gennaio. Un ruolo delicato, soprattutto per mister Mazzarri che storicamente punta molto sugli esterni nella costruzione della manovra di gioco. I due titolari, Nagatomo e Jonathan, avevano bisogno di un ricambio: troppo acerbo Wallace (in prestito dal Chelsea), non più affidabile come un tempo capitan Zanetti (40 anni compiuti).
 
PRIMO OBIETTIVOSecondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da Calciomercato.com, l’Inter aveva fatto un'offerta ufficiale al Genoa per Sime Vrsaljko: terzino destro di nazionalità croata, era stato individuato come il rinforzo ideale in grado di dare il cambio ai due titolari. Classe ’92, arriva in rossoblù lo scorso luglio per circa 4 milioni di euro: una cifra importante che la dirigenza genoana decide di spendere convinta di avere tra le mani un ottimo prospetto.
In effetti Vrsaljko non delude: 18 le presenze da inizio stagione, tutte da titolare, 3 gli assist. Solo alcuni piccoli problemi fisici ne hanno limitato sin qui l’utilizzo. L’Inter a gennaio ci prova ma soldi non ce ne sono: siamo nei giorni che precedono di molto l’importante esborso poi effettuato da Erick Thohir per Hernanes. Vrsaljko guadagna appena mezzo milione di euro a stagione, la sua scadenza segna 2017.
 
PRESTITO CON DIRITTO DI RISCATTOAusilio propone questa formula ma il Genoa risponde picche: il giocatore ha raddoppiato la propria valutazione e l’unica soluzione accettata sarebbe quella della cessione a titolo definitivo o al più un prestito con obbligo di riscatto. Niente da fare: l’Inter ha tra le mani l’alternativa D’Ambrosio del Torino, più economica (perchè il suo contratto con il Torino era in scadenza a giugno 2014) e avallata da Mazzarri. Vrsaljko resta al Genoa, per ora.
 
TESTA AI MONDIALI – Il terzino giocherà la massima competizione per le nazionali con la Croazia, da titolare: occasione più unica che rara per mettersi in mostra sul panorama internazionale. L’Inter non ha abbandonato la pista che porta a Vrsaljko ma se l’esterno dovesse rendersi protagonista di un’ottima prova in Brasile il suo prezzo lieviterebbe ulteriormente e allora sì che il Genoa potrebbe fare un gioco al rialzo dove i nerazzurri, con tutta probabilità, non riuscirebbero più a prendere parte. Un’occasione persa ma non è detto che sia sfumata definitivamente.