42
Nessun regalo, nessuno sconto. L'ordine di Steven Zhang è stato molto chiaro per la dirigenza dell'Inter nella fase finale del mercato. Come prevedibile, negli ultimi giorni c'è stato più di un club che ha provato a richiedere prestiti, occasioni e sconti per i giocatori nerazzurri. Niente da fare, Zhang non ha voluto abbassare la richiesta da 60 milioni (al massimo 50 più bonus) per Milan Skriniar, obiettivo per mesi del Tottenham di José Mourinho che non ha preso difensori. 

Il motivo? Solo otto mesi fa, Christian Eriksen è stato al centro di una trattativa durata tantissimo proprio tra l'Inter e gli Spurs. Daniel Levy non si è spostato di un centimetro sulla valutazione da 20 milioni, nonostante Eriksen fosse a scadenza. L'Inter ha accontentato il Tottenham dopo mesi di dialoghi, ma ha preteso lo stesso per Skriniar altrimenti lo avrebbe trattenuto con sé. Così è stato, perché la proposta degli Spurs era decisamente al ribasso. Nulla di fatto, Skriniar resta e i rapporti tra club sono sempre buoni, ma a condizioni molto chiare: nessun regalo, da entrambe le parti.