2
L'Inter è al lavoro per blindare Milan Skriniar: appuntamento a dopo il Barcellona. I dirigenti nerazzurri hanno già indicato la data dell'incontro per il nuovo contratto, fissata dopo la delicatissima sfida di Champions League. Non c'è tempo da perdere, visto che il nazionale slovacco a gennaio potrebbe già scegliere la sua nuova squadra a costo zero. Ma il rapporto tra le parti è eccellente e si percepisce la disponibilità a valutare l’idea di un legame a lungo termine. Soprattutto perché l’Inter ora appare disposta a toccare 6 milioni di euro, considerando che il PSG in estate ne ha offerti ben 9 netti al difensore. 
Quindi i rapporti sono costruttivi, ma le difficoltà non vanno nascoste. La società di Zhang ha resistito alle ripetute offerte da 60 milioni di euro del club dell’emiro Al-Thani, una mossa d’orgoglio per tenere alta l’asticella delle ambizioni. Sempre secondo la Gazzetta dello Sport, da qui a dicembre Skriniar (che non ha voluto parlare dell’argomento) e l’Inter intendono fare chiarezza, anche per prepararsi a nuovi assalti del Psg al mercato di gennaio. Ipotesi da mettere nel conto, visto che a Parigi non hanno ingaggiato altri difensori: segno che aspettano Milan. 
Il futuro di Stefan De Vrij è sull’altalena, come il rendimento dell’Inter. Il difensore olandese ha il contratto in scadenza nel prossimo giugno, ma non si hanno notizie di movimenti per il rinnovo. La sensazione è che le parti si stiano preparando ad un lungo addio, cioè con la sua uscita a parametro zero la prossima estate. Marotta e Ausilio questo epilogo l’avevano messo già nel conto, magari pensavano che De Vrij sarebbe andato via già nell’ultimo mercato. Invece le voci dell’interesse del Newcastle non hanno avuto mai un seguito concreto. Possibile che nei prossimi mesi ci sia un ritorno di fiamma del club di proprietà saudita, ma più in generale le indiscrezioni parlano sempre di un trasloco in Premier League. Dopo aver vinto la causa con i suoi vecchi agenti (assistito dall’avvocato Sebastien Ledure), De Vrij ha la possibilità di fare la prossima scelta senza alcun condizionamento legale. Non è da escludere, però, che alla fine scelga di rinviare la decisione al 2023. Sotto questo profilo, allora, non va esclusa a priori l’idea di una sua conferma in nerazzurro. Ovviamente tutto dipenderà dagli sviluppi di questa stagione: certo, l’arrivo di Acerbi gli toglie spazi importanti.