53
20.00 - Entra sempre più nel vivo la trattativa tra Inter e Arsenal per Lukas Podolski: dopo il sì incassato dai nerazzurri da parte del giocatore tedesco, ora occorrerà capire le richieste del club londinese, che tra domani o stasera, secondo quanto iferisce Sky, potrebbe fornire le risposte sulle condizioni e il prezzo dell'eventuale affare. La valutazione di Podolski potrebbe essere attorno ai dieci milioni di euro, ma i nerazzurri potrebbero ragionare sul prestito con diritto di riscatto fissato in estate. Per il proprio attacco l’Inter continua a monitorare con attenzione anche Mohamed Salah, esterno offensivo egiziano classe 1992 di proprietà del Chelsea. I contatti con gli intermediari sono frequenti, il club nerazzurro prova a capire se può riuscire ad ottenere il giocatore in prestito: la procuratrice del giocatore lunedì sarà a Londra per fare il punto della situazione col Chelsea, secondo quanto riporta GianlucaDiMarzio.com.

Inizia a muoversi in maniera importante il mercato dell'Inter: secondo quanto rivelato da gianlucadimarzio.com, il direttore sportivo dei nerazzurri Piero Ausilio sarebbe volato a Londra per chiudere l'acquisto di Podolski dall'Arsenal. Intanto Lassana Diarra avrebbe già effettuato le visite mediche per l'Inter.

POSSIBILE UN INCONTRO - In occasione della 18esima giornata di Premier League, Ausilio ha deciso di raggiungere Londra, presumibilmente per chiudere l'affare Podolski: l'obiettivo è quello di convincere Wenger a lasciarlo andare via in prestito (il suo contratto scade nel giugno 2016). Nel Boxing Day l'Arsenal gioca il derby col QPR alle 18.30, ma Podolski è in panchina: il ds dell'Inter sta assistendo alla partita e dopo potrebbe incontrare i dirigenti dei Gunners per l'esterno offensivo tedesco.
OK LE VISITE - Intanto, sempre secondo quanto reso noto da gianlucadimarzio.com, l'Inter sarebbe sempre più vicina all'ex Chelsea e Real Madrid Lassana Diarra: il francese, di origini maliane, è svincolato e per questo motivo avrebbe già sostenuto le visite mediche. L'Inter avrebbe velocizzato i tempi per capire quali siano le condizioni del centrocampista classe '85, inattivo da circa sei mesi dopo aver terminato la sua esperienza con la Lokomotiv Mosca, con il quale è in atto una vertenza legale.