129
Notte buia a Madrid, il ko con il Real è doloroso e mette l'Inter in una condizione difficile per l'accesso agli ottavi di Champions League. Stecca la difesa, deludono elementi di esperienza, ma non tutte le luci si spengono: la buona notizia per Antonio Conte c'è e ha il volto di Nicolò Barella. Altra prova magistrale del classe '97, che conferma il suo strepitoso momento di forma e di avere un buon feeling con le trasferte di coppa in Spagna: lo scorso anno a Barcellona dominò il centrocampo con Sensi, questa volta a Valdebebas Kroos e compagni hanno sofferto la sua intensità. E Barella non ha mancato neanche di deliziare con un altro assist magico: dopo il tocco per Lukaku contro il Genoa, questa volta è Lautaro a ringraziare per il tacco volante con cui l'ex Cagliari lo manda in porta per il momentaneo 2-1. Poetry in motion.

'IMBARAZZA' IL MERCATO - Dinamismo, furia agonistica, qualità e personalità, perché Barella è diventato a tutti gli effetti un leader in campo: tutto quello che serve a Conte, tutto quello che 'imbarazza' le ultime due sessioni di mercato nerazzurro a centrocampo. Incursore e figura carismatica, praticamente tutto quello per cui Conte ha preteso l'arrivo di Arturo Vidal dal Barcellona. Il cileno tuttavia non sta rendendo secondo le aspettative, alternando partite di livello ad altre di scarsa incisività, ultima proprio quella con il Real. Corre quindi ai ripari il tecnico, che sta reinventando Vidal in un ruolo più difensivo e d'ordine, ma serve tempo per una resa ottimale. Chi sta risentendo maggiormente dell'esplosione di Barella però è indubbiamente Christian Erkisen, grande colpo dello scorso gennaio e ormai caduto nel dimenticatoio. Il feeling con Conte non è mai sbocciato, ma con l'ex Cagliari che garantisce qualità sia da trequartista che da mezzala di inserimento, il danese fatica sempre più a ritagliarsi il suo spazio. E questo non fa felice dirigenza e proprietà, che con il passare del tempo vedono bruciarsi sempre più un investimento di primo piano. Un risvolto negativo, ma l'Inter si gode questo Barella: sempre più leader, sempre più vicino a quell'etichetta da 'potenziale capitano del futuro' che gli uomini della società gli hanno affibbiato dopo poche settimane dal suo arrivo ad Appiano Gentile.
@Albri_Fede90