Commenta per primo

L'assemblea dei soci dell'Inter ha approvato il bilancio al 30 giugno 2010 che si è chiuso con perdite poco superiori ai 69 milioni di euro (in quello precedente erano 154 milioni di euro) e con un aumento di ricavi saliti a 323 milioni di euro. "La società è stata efficiente soprattutto per l'aumento dei ricavi - ha detto il presidente Massimo Moratti davanti agli azionisti - ma la tendenza deve essere costante perchè l'obiettivo è, nel giro di due anni, non avere più disavanzo di bilancio, altrimenti saremo costretti a rinunciare alle coppe internazionali". L'assemblea ha anche deliberato un aumento di capitale per 40 milioni di euro. In questo bilancio si registrano anche le plusvalenze per le cessioni dell'estate 2009 che ammontano a quasi 73 milioni di euro (oltre 60 milioni in più rispetto alla stagione precedente), e su questa cifra incide per 53,5 milioni la plusvalenza realizzata con la vendita di Ibrahimovic al Barcellona. Fra i proventi straordinari ci sono anche i 16,1 milioni di euro incassati dall'Inter per la risoluzione consensuale de contratto con Josè Mourinho. L'assemblea ha inoltre approvato l'ingresso nel consiglio d'amministrazione di Carlotta Moratti, 34 anni, figlia del presidente,che ha sottolineato come "in questo modo si allarga l'interesse della famiglia nella società, non solo da un punto di vista affettivo ma anche pratico".