47

L'Inter ci prova, nonostante le continue smentite e le dichiarazioni che invitano alla calma. La missione mercato per Yaya Tourè è ufficialmente iniziata e se non bastassero i buoni rapporti con Roberto Mancini, adesso ci sono anche 60 milioni di buoni motivi per crederci. 

PRESTITO DA THOHIR - Erick Thohir ha depositato nelle casse nerazzurre 60 milioni e sebbene secondo la Gazzetta dello Sport non tutti serviranno per il mercato, una buona fetta sarà la base per convincere il Manchester City e Yaya Tourè a vestire il nerazzurro. 

PIANO BEN DEFINITO - Il piano per arrivare all’ivoriano, ha step ben delineati. Il 18 marzo scorso resterà una delle date cardine di questo progetto. A Barcellona si giocava il match di Champions tra i blaugrana di Luis Enrique e il Manchester City. Piero Ausilio era in città. In agenda una serie di appuntamenti, c’era anche quello con Dimitri Seluk, l’agente di Touré. Non è stato un incontro interlocutorio, è stato molto di più. Perché il d.s. Piero Ausilio avrebbe presentato un abbozzo di offerta al giocatore, insistendo sul fatto che sarebbe la stella assoluta di un progetto destinato a puntare allo scudetto.

TRAINO PER I TIFOSI - La presentazione di Yaya, per esempio, avverrebbe al Meazza aperto ai tifosi. E di conseguenza ne beneficerebbero i dati degli abbonamenti. Si può proiettare la crescita intorno alle 10mila unità, un balzo che creerebbe la spirale positiva del merchandising e quindi dell’aumento dei ricavi. Acquistando Touré, con la sete di stelle che ha il tifoso interista, lo si potrebbe ripagare quasi con la vendita di magliette del numero 42 (attualmente libero in nerazzurro). Touré resta al primo posto del mercato interista. Il contratto con i Citizens scade nel 2017 e questo può essere un piccolo vantaggio per l’Inter. Di rinnovo ancora non si è parlato, anzi, il club inglese ha ammesso che ci si può sedere a un tavolo con gli interessati.

SPALMARE L'INGAGGIO - Il valore reale di Touré lo renderebbe inavvicinabile, ma con l'apertura del City, il vero nodo è l’ingaggio. L’ivoriano guadagna tanto, circa 11 milioni di euro, ma Yaya vuole un’esperienza in un campionato nuovo e in Italia accetterebbe solo l’Inter. Bene, in cambio la società gli garantirebbe un accordo fino al 2020 (fino a 37 anni). Allungamento con lo stipendio spalmato fino a quell’anno.