282
L'Inter continua a lavorare sul fronte Lukaku, con l'attaccante del Manchester United che resta il grande obiettivo di mercato per rinforzare l'attacco, orfano di Mauro Icardi, ancora presente in rosa, ma decisamente ai ferri corti con la società. Un assalto quello al giocatore belga che si giocherà sulla lunga distanza, perché il lavoro ai fianchi del club inglese, fermo sulla valutazione di 80 milioni di euro, si preannuncia lungo e complicato. Ma l'Inter resta forte dell'accordo con il giocatore, che vuole lavorare a tutti i costi con Antonio Conte. 

INTESA DI MASSIMA - Come scrive la Gazzetta dello Sport, infatti, Marotta e Ausilio hanno trovato un'intesa di massima con Lukaku sulla base di un ingaggio da circa 6,5 milioni netti a stagione. Uno stipendio che, almeno in Serie A, è riservato ai soli top player. Stipendio che, in ogni caso, non è troppo lontano da quello che gli garantisce il Manchester United (8 milioni, anche se rivisti verso il basso a causa della mancata qualificazione in Champions League), con il giocatore che ha tutte le intenzioni di spingere per essere liberato dai Red Devils

TRATTATIVA - Come detto, lo United parte da una richiesta di 80 milioni, ma il giocatore ha già chiesto la cessione e ha lanciato diversi messaggi d'amore a distanza all'Inter e ad Antonio Conte. E il 20 luglio è in programma una sfida tra Red Devils e nerazzurri, con Lukaku che vorrebbe giocare questa sfida in maglia a strisce, ma il sogno resta complicato perché prima Marotta e Ausilio devono vendere. Ma l'accordo con il giocatore resta forte: il vero jolly per una trattativa destinata a sbocciare solo con il più intenso caldo estivo.