173
La delusione è tanta, dalle parti della Milano nerazzurra, dopo aver visto sfumare, all'ultima giornata, uno scudetto tanto agognato quanto sentito. Nonostante ciò, il tifo dell'Inter non ha mai fatto mancare, nemmeno in un'occasione, il proprio apporto. Dagli ultimi anni di Moratti, all'era Thoir e per finire con Suning, la società e la squadra hanno sempre ricevuto una spinta incredibile da parte del proprio pubblico.

CHE RISPOSTA - E anche in questa occasione, nonostante l'amarezza per lo scudetto appena perso e le voci di un'altra campagna acquisti dove la "sostenibilità" imposta da Zhang la farà da padrone, i tifosi interisti non si stanno dimostrando da meno. Dall'apertura della campagna abbonamenti per la stagione 2022/2023, iniziata lo scorso 16 maggio, sono già stati venduti (o meglio riconfermati dato che la vendita è al momento riservata ai possessori di un abbonamento per le precedenti due stagioni) ben 15 mila abbonamenti, oltre ogni più rosea aspettativa.
RECORD - Il desiderio di tornare allo stadio con regolarità, dopo due anni in cui la vicinanza alla squadra, causa pandemia, è venuta giocoforza a mancare, ha fatto scattare qualcosa nei tifosi che adesso non vogliono più perdersi mezzo appuntamento. Fino al 13 giugno la vendita sarà riservata alla parte dei tifosi che attende di rinnovare il proprio tagliando, dall'11 al 13 giugno i tifosi nerazzurri potranno accedere a una waiting list per provare a comprare il  proprio tesserino e infine dal 20 giugno, eventuali tagliandi saranno disponibili per la vendita libera per possibili nuovi abbonati. Questa prima settimana di distribuzione al botteghino fa però auspicare solo una cosa alla dirigenza interista, che i 40 mila tagliandi disponibili sul mercato siano esauriti in tempo record

UNA BOCCATA D'OSSIGENO - E la campagna abbonamenti non potrà che dare nuovamente rilancio anche al bilancio del club che, dopo la crisi economica vissuta in periodo pandemico e i problemi derivanti dall'attuale proprietà, potrà tornare a respirare con gli incassi da stadio. Il costo dei tagliandi varia dai 265 euro per il secondo anello verde, spicchio di stadio dedicato alla Curva Nord, fino ai 2.550 euro per le poltroncine rosse centrali, il settore dello stadio noto per essere il più esclusivo dell'impianto. Una boccata d'ossigeno economica che aiuterà il club nella gestione di un'estate di fuoco e i tifosi dell'Inter sono pronti a rispondere presente.