Due notizie positive a metà e tanta, tantissima incertezza. L'Inter si avvicina al fondamentale scontro diretto contro la Roma, per un piazzamento valido per l'accesso alla prossima Champions League, con un centrocampo in emergenza e molti dubbi di formazione. Luciano Spalletti sta facendo la conta degli arruolabili con un'unica certezza difficilmente avrà a disposizione un regista puro per il suo 4-2-3-1.

BROZOVIC E BORJA VALERO - Entrambi i giocatori di maggior qualità, Brozovic e Borja Valero, sono attualmente indisponibili. Il croato si è allenato anche nel giorno di riposo per accelerare il processo di guarigione dalla lesione al semitendinoso della coscia destra. Oggi ha ricominciato a correre, ma verosimilmente non sarà a disposizione prima della gara contro la Juve. Gli esami a cui si è sottoposto lo spagnolo non hanno invece evidenziato lesioni, ma lo spagnolo continuerà, almeno per ora, a non allenarsi con i compagni. DUE ALTERNATIVE - Spalletti più volte ha ribadito che il ruolo di Brozovic nel suo schema tattico potrebbe ricoprirlo "a modo suo" anche Vecino che, affiancato da Gagliardini comporrebbe un centrocampo a 2 che permetterebbe a Radja Nainggolan di avere più libertà sulla trequarti. L'alternativa è invece rappresentata dall'inserimento di Joao Mario accanto a Vecino e l'abbassamento in un 4-3-3 puro del belga. Una mossa che darebbe superiorità numerica ai nerazzurri in mezzo al campo contro una Roma anch'essa in netta difficoltà nello stesso reparto. Due opzioni oltre al recupero in extremis di Borja Valero, per un dubbio che Spalletti si porterà avanti nel corso dell'intera settimana.