59
Stefano Pioli alle prese con un rebus tattico che si era già presentato in passato a Roberto Mancini. Medel difensore o centrocampista? Sampaoli, ex commissario tecnico del Cile, ha spostato il Pitbull nerazzurro nel ruolo di difensore centrale, con ottimi risultati oltretutto. Mancini prima e de Boer poi non hanno avuto dubbi sul ruolo di Medel, ovvero quello di centrocampista centrale. Pioli, invece, appena arrivato all’Inter lo ha schierato in difesa accanto a Miranda. E l’ha fatto nel derby, non in una gara qualsiasi. Proprio in quell’occasione si è infortunato al ginocchio, l’operazione è andata a buon fine e adesso il cileno è vicino al rientro. Già contro l’Udinese potrebbe tornare tra i convocati, anche se difficilmente sarà titolare. Pioli vuole recuperarlo al 100% prima di schierarlo, onde evitare nuovi infortuni. Ma in quale ruolo lo riproporrà?

DIFENSORE O CENTROCAMPISTA - Murillo ha fatto bene nel periodo in cui è mancato Medel. Con Miranda forma una coppia di sicuro affidamento, contro la Lazio i due hanno mostrato l’affiatamento dei vecchi tempi e Pioli con l’Udinese dovrebbe riproporli titolari. Medel potrebbe dunque tornare a giocare a centrocampo, accanto a Brozovic per fare filtro tra la difesa e l’attacco. Ma l’Inter in questa finestra di mercato sta cercando ben due centrocampisti, di cui uno sarà il sostituto del partente Felipe Melo. Sul taccuino di Ausilio ci sono diversi nomi: da Luiz Gustavo del Wolfsburg a Biglia della Lazio, passando per Lassana Diarra, Obi Mikel e Lucas Leiva in uscita rispettivamente da Marsiglia, Chelsea e Liverpool. Il sogno è Gagliardini dell’Atalanta, ma il discorso potrebbe essere rimandato all’estate. Il nuovo centrocampista affiancherebbe Brozovic (inamovibile da quando c’è Pioli) in mediana. E Medel? Potrebbe essere la prima alternativa a centrocampo o potrebbe giocarsi una magia da titolare con Murillo per affiancare Miranda.
LA SCELTA - A Pioli l’ultima parola su Medel, che sembra destinato a diventare il secondo o terzo centrale per far valere la sua doppia caratteristica. La lettura tattica delle azioni e la possibilità di far partire l’azione subito fin dalle parti di Handanovic. Due aspetti che non sono dettagli per Pioli, alla ricerca del giusto equilibrio per la sua Inter. In attesa di capire chi saranno i due rinforzi nerazzurri per il centrocampo, Pioli ritrova il Pitbull e Murillo adesso rischia di perdere nuovamente il posto. Medel era insostituibile prima, ora no: ma pur sempre utile per gli equilibri dell’Inter, in campo (da difensore o centrocampista) e nello spogliatoio. In questo senso le trattative per il rinnovo contrattuale sono un segnale forte da parte della dirigenza.