123
"José Mourinho ha firmato per la Roma? Da quando? Da agosto? Beh è un bene per il calcio italiano, gli auguro il meglio tranne quando affronterà l'Inter". Antonio Conte è stato preso alla sprovvista dal servizio che Le Iene hanno confezionato per lui quando ha scoperto, praticamente in diretta che il portoghese sarebbe diventato il nuovo allenatore della Roma a partire dalla prossima stagione. E si sa, quando sei colto di sorpresa spesso tradisci il copione che ti eri preparato e nell'improvvisazione traspare un po' di verità. E la verità svelata dal tecnico salentino è quella relativa ai piani per il suo futuro.

"TRANNE QUANDO AFFRONTERA' L'INTER" - Conte si vede ancora in nerazzurro almeno per la prossima stagione. È vero, ha un contratto, ma non è detto che debba rispettarlo al 100%. Del resto già al termine della scorsa stagione l'incontro di Villa Bellini avrebbe potuto portarlo verso altri lidi e ci è mancato davvero poco che ciò non capitasse. Ora però, dopo la vittoria dello scudetto, Conte vorrebbe confermarsi, prolungare la sua esperienza e, se possibile, migliorare ancora ampliando la bacheca dei suoi trofei e di conseguenza quelli del club. "Tranne quando affronterà l'Inter", la sua Inter per cui ha le idee chiarissime e le esporrà presto al presidente Zhang.
VA ACCONTENTATO -  Conte proverà a non accontentarsi, ma per dire addio ai nerazzurri servirà davvero un cataclisma. Rinunciare a 12 milioni di euro non è facile per nessuno, ma vedere smontato il giocattolo quasi perfetto che ha costruito lo farebbe sicuramente vacillare. Quasi perfetto e proprio in questo "quasi" risiede tutto ciò di cui si parlerà nell'incontro con la proprietà. Conte chiederà prima di tutto di confermare in blocco o quasi la rosa dei titolari a cui sarà necessario aggiungere "con fantasia" (usando le parole di Marotta e Ausilio) un portiere di livello, un esterno sinistro mancino, un centrocampista e un vice-Lukaku. Conte è stato il valore aggiunto di questa annata, il fautore del 19esimo scudetto, e vuole restare in nerazzurro per crescere ancora. Per farlo va accontentato, ci riuscirà Zhang?