185
Antonio Conte ha aperto una voragine, una frattura scomposta tra lui e buona parte della dirigenza. Il tecnico salentino non ha parlato da dipendente, il suo è uno sfogo di chi si sente al di sopra di tutti. Conte ha parlato da capo, anche se il capo non è. Lo sarebbe Zhang, che però non torna in Italia da mesi: anche questo aspetto lascia interdetto Conte. L’Inter ha un presidente che di fatto è più attivo su Instagram che ad Appiano. Accade anche da altre parti, ma forse in Italia non siamo abituati. 

NUOVE CONDIZIONI - In cuor suo, confidano fonti vicine al tecnico, Conte ha deciso: si sente solo e vuole andare via. Dalla comunicazione agli uomini mercato, l’ex Chelsea avrebbe messo nel mirino molte figure professionali e l’intenzione è quella di porre delle nuove condizioni a Zhang per poter proseguire insieme. La priorità va all’Europa League, ma presto sarà tempo di confronti. 

IL FUTURO - Conte attende il rientro a Milano di Steven Zhang. Dopo la mail spedita direttamente a Nanchino, il tecnico salentino vuole un faccia a faccia per decidere definitivamente in merito al proprio futuro. Vuole capire se la società è pronta ad assecondarlo su punti che ritiene fondamentali. In caso contrario il divorzio sembra inevitabile, anche perché le parole di Conte non hanno fatto piacere alla famiglia Zhang, messa al muro dalle accuse del tecnico nerazzurro. In casa Inter saranno giorni caldissimi.