2
Tra gli intoccabili di Conte c'è Nicolò Barella. Questo è quanto scrive la Gazzetta dello Sport, che spiega come il centrocampista sia diventato fondamentale per l'Inter. 

“Antonio stravede per Barella e non ne ha mai fatto mistero. Anzi, una volta si è anche concesso il lusso dell’investitura: «Sì, mi rivedo in Nicolò». Entrare nelle grazie di Conte non è impresa semplice, ma per Barella è stato naturale. Corsa, sacrificio, intensità, personalità, leadership, ora per “clonare” anni dopo il suo allenatore dovrebbe migliorare soltanto il feeling con il gol: solo una rete in questo campionato, proprio nella sua Cagliari. Per il resto, chi ha il coraggio di contestare qualcosa a Barella? Oggi anche Conte sa di potergli chiedere senza paura di “fargli vincere una partita...”.