626
Antonio Conte covava lo sfogo da giorni, nella sua testa era chiara la deadline: arrivare alla finale di Europa League per poi minacciare l’addio. Così ha fatto. E per l’ennesima volta si è contraddetto: “Qualcosa è successo, è inutile girarci intorno”, quando una settimana fa aveva accusato la stampa di mettere troppa carne al fuoco.

DISSIDI - Una stagione lunga e ricca di scorie, così, il tecnico nerazzurro,  ha definito la sua prima annata alla guida dell’Inter. Una cavalcata così sfibrante da indurlo a considerare già di abbandonare la barca. Troppi dissidi, enormi incomprensioni. A ogni livello, dalla comunicazione a parte della dirigenza, sono tante le cose che l’ex ct non ha digerito e le chiarirà una per una a Steven Zhang, accorso dalla Cina proprio per chiarire la spinosa questione legata all’allenatore.

RIFLESSIONI - “Farò delle riflessioni a mente fredda ed è giusto che le faccia anche il presidente dopo che gli avrò comunicato quello che penso. io non faccio marcia indietro”. Parole, quelle di Conte, che inducono a una valutazione abbastanza chiara. Parole che ascoltate dall’esterno suonano quasi come una minaccia. Qualcosa del tipo: comunicherò a Zhang tutto quello che voglio per restare, lo farò senza alcuna disponibilità a negoziare. O mi accontenta, o me ne vado. E le richieste sono tutt’altro che moderate. Conte intende cambiare tutto o quasi.

ALLEGRI È PRONTO - Per questo motivo l’addio a breve sembra la soluzione più rapida per entrambi, ma il nodo più importante rimane ancora da sciogliere. Come faranno, Conte e l’Inter, a separarsi  senza farsi troppo male? I soldi sul banco sono tantissimi e sarà necessario trattare la buonuscita. Allegri è già pronto, sa che presto, molto presto, il suo telefonino potrebbe squillare. Beppe Marotta ha già deciso, in caso di addio di Conte, panchina a Max, e anche Oriali potrebbe salutare. Il team manager della Nazionale è ritenuto figura troppo vicina a Conte e in questa stagione la sua presenza non è servita ad ovattare alcune questioni. Anzi… Il futuro dell’Inter si deciderà nei prossimi giorni.