44
Due schiaffoni hanno scosso l’Inter e reso meno piacevole il Natale alla squadra di Luciano Spalletti. Prima l’Udinese e poi il Sassuolo, sconfitte indigeste per i nerazzurri, che per la prima volta espongono in pubblica piazza lacune già ipotizzate la scorsa estate ma finora stipate in soffitta, ben nascoste dal lavoro del tecnico toscano, che però sembra ormai aver esaurito le riserve. Il problema è che davanti c’è un inverno ancora lungo. 

AUSTERITY -
E quale miglior occasione, se non il Natale, per chiedere qualche dono da scartare sotto l’albero? Spalletti ci ha provato con messaggi neanche troppo ermetici, ma il Babbo Natale targato Nanchino ha fatto sapere che è tempo di austerity e che solo prestiti o operazioni particolarmente fantasiose potranno aiutare l’Inter a risollevarsi da questo momento di difficoltà, in parte dovuto anche all’assenza di un trequartista.
LA LETTERINA DI SPALLETTI - In Spagna qualcuno è pronto a giurare che tra Inter e Barcellona ci sia già un accordo per Deulofeu. Ma nel frattempo, in Argentina, non chiudono definitivamente la porta a Pastore. Anzi… Pare che Ausilio e Sabatini abbiano già programmato un nuovo incontro con l’agente del calciatore argentino, che a gennaio sarà nuovamente in Italia. Proprio il trequartista è il regalo che Spalletti ha chiesto con maggiore insistenza nella sua letterina, ma gli infortuni di D’Ambrosio e Miranda potrebbero spingere la società ad allungare un po’ la coperta anche in difesa, dove nei giorni scorsi è stato sondato Yanga Mbiwa del Lione.