74
Grazie e tanti saluti. L'avventura di Matias Vicino con la maglia dell'Inter è arrivata al capolinea, l'ufficialità è attesa nelle prossime settimane. Sbarcato in nerazzurro nell'agosto 2017, il centrocampista uruguaiano ha collezionato 113 presenze con 13 gol all'attivo, quello più importante segnato alla Lazio il 20 maggio 2018, nella notte che ha riportato l'Inter in Champions League. Negli ultimi due anni l'ex Fiorentina, complice anche il grave infortunio al ginocchio, è scivolato all'ultimo posto nelle gerarchie di Conte, quest'anno con Inzaghi in panchina le cose non sono migliorate. Solo 388' giocati, 271 in campionati, 21 di questi mercoledì sera contro il Torino. In quella che potrebbe essere stata la ultima uscita con l'Inter.

OPZIONI - A gennaio, a sei mesi dalla fine del suo contratto, andrà via, cambierà aria, per tornare a sentirsi protagonista. Su di lui nelle ultime settimane si è mosso concretamente il Genoa, un'opzione che al momento non considera intrigante, mentre le piste che portano a Torino e Napoli, che la scorsa estate avevano manifestato interesse, si sono raffreddate. Ecco perché prende quota l'ipotesi di un trasferimento all'estero: in Spagna piace al Betis Siviglia, ma il suo agente valuta anche proposte da Bundesliga e Premier League. Marotta è pronto a lasciarlo partire, a patto che le condizioni d'uscita siano un vantaggio anche per il club.