151
L'Inter è alla ricerca spasmodica di un difensore centrale: paradossale che il club nerazzurro si sia ridotto alle ultime 24 ore di mercato per acquisire un puntello fondamentale nel reparto difensivo, vista e considerata la presenza di tre soli interpreti nel ruolo, ovvero Miranda, Skriniar e il punto di domanda Ranocchia, oltre all'adattabile D'Ambrosio. Coperta corta, nonostante la squadra meneghina sia impegnata in questa stagione soltanto in due competizioni: tre centrali di ruolo non danno garanzie, Sabatini e Ausilio ne sono consapevoli e stanno vagliando le ultime occasioni del mercato.

MANGALA, ECCO QUAL'E' IL PROBLEMA - L'idea rimane quella di non voler fare un acquisto tanto per smuovere le acque, il rischio di non acquisire nessuno per fare più opportune valutazioni a gennaio è presente, anche se la volontà è comunque quella di provare a inserire un centrale nelle ultime ore: il nome più caldo rimane quello di Eliaquim Mangala, classe '91 del Manchester City, che ha appena rifiutato un'offerta di 25 milioni d parte del Crystal Palace dell'ex de Boer, proprio per attendere fino all'ultimo l'Inter. Il problema è che il  club nerazzurro non può garantire un acquisto a titolo definitivo che pretende invece il City.
 
DA MUSTAFI A ROLANDO: LA SITUAZIONE - Shkrodan Mustafi, tedesco classe '92 dell'Arsenal, invece è il grande desiderio: dopo l’offerta ufficiale di prestito a 5 milioni con diritto di riscatto a 25, che diventa obbligatorio a determinate condizioni, i nerazzurri hanno frenato, non convinti appieno dal costo dell'operazione. Il padre e agente di Mustafi, Kujtim, ha confermato: "Sono a casa a riposarmi e visto che oltre a essere suo padre sono anche il suo agente, significa che oggi non accadrà nulla". Per questo nella giornata di ieri l'Inter ha chiesto all’Olympique Marsiglia il prestito del difensore Rolando, a seguito delle difficoltà emerse per gli altri obiettivi di mercato: classe '85, sarebbe un cavallo di ritorno, ma l'OM sta valutando se cederlo, visto il poco tempo per sostituirlo. 

LE ALTERNATIVE: TOLOI E CASTAN - Le alternative sono colpo low cost: Piero Ausilio ha in passato incontrato l'entourage del difensore dell'Atalanta Rafael Toloi, che piace molto a Walter Sabatini, il quale lo trattò già ai tempi della Roma, portandolo in Italia nel 2014. I nerazzurri bergamaschi lo valutano 10 milioni. Un'ulteriore ipotesi potrebbe essere quella che porta ad un altro brasiliano, Leandro Castan, la cui valutazione è più o meno la medesima: chiuso alla Roma da Manolas, Fazio, Juan Jesus e Moreno, sta valutando la sua posizione. Quel che è certo, è che bisogna fare in fretta: Sabatini e Ausilio lo sanno, e si stanno muovendo in merito. 
@AleDigio89


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com