19
L'Inter inizia a programmare il futuro, in maniera concreta. Il direttore Piero Ausilio è già la lavoro in vista di giugno su due profili: secondo quanto svelato da SkySport sarebbero Gregory Van der Wiel e Caner Erkin, entrambi classe 1988. Tra una settimana saranno liberi di firmare con una nuova società ma, per quanto riguarda Van der Wiel, l'Inter potrebbe anche tentare di anticipare il colpo a gennaio. L'esterno olandese, uno dei preziosi della scuderia di Mino Raiola, è un'idea anche di Juventus e Roma. L'Inter si muove, Van der Wiel vuole lasciare il Psg e potrebbe dire si fin da subito all'Inter. Diversa la situazione per Caner Erkin: il nazionale turco del Fenerbahce è un'opportunità ma solo in vista di giugno in quanto extracomunitario. Il suo possibile futuro allInter dipende da Alex Telles: a giugno l'Inter ha la possibilità di esercitare il riscatto dal Galatasaray e questo scenario escluderebbe l'arrivo di Erkin. Tra i nomi in scadenza c'è anche Ivanovic, decisamente più difficile, mentre non in scadenza c'è invece Jacopo Sala del Verona.

CHI SALE E CHI SCENDE - L'Inter, nel mercato di gennaio, ha bisogno di far entrare nelle casse almeno sette milioni di euro per questioni di bilancio. L'idea del club nerazzurro era quella di valutare le eventuali richieste per i tanti terzini presenti in rosa: da D'Ambrosio a Dodo, passando per Santon e Nagatomo. Dodo è certo di lasciare la Pinetina già nella prossima sessione di mercato ma difficilmente lo farà a titolo definitivo: sono arrivati timidi segnali di interesse da Genoa e Verona, pronte ad accoglierlo in prestito. Per quanto riguarda Nagatomo resta viva l'opzione estero anche se il nazionale giapponese sta scalando posizioni nelle gerarchie del tecnico, tanto da guadagnarsi un'apertura del club sulla questione rinnovo. Sulla situazione relativa a Santon aveva preso informazioni il Crystal Palace, il giocatore non era considerato incedibile. Stando alle ultime indiscrezioni raccolte, nei giorni scorsi ci sarebbe stato un vertice tra gli agenti del giocatore e lo stato maggiore nerazzurro nel quale è stata confermata la fiducia e la volontà di proseguire insieme almeno fino a giugno, salvo offerte interessanti dal punto di vista economico. D'Ambrosio piace molto sia in Italia (Genoa, Roma ndr) che all'estero ma anche Mancini che non lo ha messo sul mercato. Tutti importanti, nessuno indispensabile: se dovesse arrivare un'offerta interessante l'Inter è pronta a valutarla. Fari puntati, quindi, su Van der Wiel: l'esterno olandese può arrivare a Milano con sei mesi di anticipo, tutto dipenderà da quali offerte arriveranno sulla scrivania del direttore Ausilio.
DL