4
Alla vigilia della sfida di Champions contro il Barcellona, il difensore dell’Inter, Matteo Darmian, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti alla consueta conferenza stampa di Appiano Gentile. 



Questa partita è un grande classico del calcio europeo, cosa servirà?
“Sappiamo che è una partita tanto importante quanto difficile. Hanno calciatori di qualità, sono fortissimi ma anche noi lo siamo e dobbiamo dimostrarlo in campo”.

Come si esce da questo momento?
“Siamo l’iter e quando scendiamo in campo cerchiamo di fare il massimo per portare a casa la vittoria. È un momento difficile ma dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, siamo i primi a scendere in campo e dobbiamo dare di più”.

Vi siete parlati? Prendete gol che non eravate abituati a prendere.
“Penso che in questa situazione ci sia poco da parlare, siamo tutti consapevoli del momento e dobbiamo essere i primi andare di più per fari che certe cose non accadano più. Quando si prende gol ci sono errori, capita a tutti di sbagliare ma dobbiamo essere bravi a reagire”.

Avete perso tre partite partendo da situazioni di vantaggio, come ve con spiegate, subentra presunzione?
“Presunzione non credo perché conosco i miei compagni e non è quello il problema. Siamo un gruppo unito e vogliamo uscirne, dobbiamo trovare il modo di uscirne”.
Capita che a volte siate lunghi, sbagliate le distanze. Avete capito cosa accade?

“Penso che ci sia la voglia di rimettere subito le cose a posto e magari nel più breve tempo possibile. Dobbiamo rimanere lucidi e consapevoli delle cose che sappiamo fare, senza lasciarci sopraffare dalle emozioni e dai momenti della partita”.

L’Inter non ha mai pareggiato, avete vinto contro le più deboli e perso contro le più forti. Il Barcellona vi preoccupa?

“Domani sarà una grande opportunità, abbiamo rispetto per il Barcellona e per il calciatori che hanno, che possono cambiare la partita da un momento all’altro”.

Pensavate di giocare con Lukaku, la sua assenza vi ha creato problemi di interpretazione?

“Sappiamo che Lukaku è importante per la squadra, ma abbiamo giocatori fortissimi in attacco e l’assenza di Romelu non deve essere un alibi. Lo aspettiamo, sta cercando di recuperare nel migliore dei modi e quando tornerà a disposizione darà il suo contributo. Nel frattempo dobbiamo sopperire alla sua mancanza”.