53
Alla fine se ne è convinto anche Simone Inzaghi, che inizialmente ha opposto qualche resistenza perché positivamente impressionato dagli allenamenti e dal ritiro svolto da Martín Satriano in nerazzurro. Ma dopo qualche mese è ora di tracciare un bilancio e la sintesi dice che il classe 2001 ha trovato poco spazio, con i più esperti Dzeko, Sanchez, Lautaro e Correa a monopolizzare l’attacco. 

RINNOVO E PARTENZA - Ecco perché adesso sono tutti arrivati alla stessa conclusione, per il bene del ragazzo è giusto mandarlo a giocare, anche perché in viale della Liberazione sono arrivate tante richieste, a prova delle qualità di questo giovane attaccante. Ma prima dell’arrivederci, l’Inter metterà nero su bianco il rinnovo del contratto che conferma la fiducia che il club nutre verso Satriano, che già venerdì firmerà la nuova intesa. Subito dopo partirà per una nuova avventura in prestito, la valigia è già pronta e biglietto aereo è per la Francia, dove lo attende il Brest del suo amico Agoumé.