18
Se ci fosse un premio per la miglior riserva, probabilmente la vincerebbe Eder. Poche volte titolare, spesso in campo a partita in corso e decisivo, sia con l'Inter che con la Nazionale: l'attaccante italo-brasiliano è il classico giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero a disposizione. Lo sanno bene Luciano Spalletti e Giampiero Ventura, che infatti raramente rinunciano all'apporto che l'ex Sampdoria può dare. Un misto tra qualità tecnica e carica agonistica, che gli permettono di essere considerato come il "dodicesimo" ideale.

ESAME ALBANIA - Per la sfida dell'Italia con l'Albania, però, il ct sta pensando di lanciare Eder titolare. Lui che, con Ventura, è uno dei cinque giocatori a essere sceso in campo in almeno dieci partite ufficiali (insieme a Immobile, Buffon, De Rossi e Belotti). Un'occasione importante, in una sfida fondamentale per il ranking degli Azzurri in vista del playoff che a novembre dirà se Buffon e compagni parteciperanno al Mondiale di Russia o meno. Ma quella contro gli uomini di Panucci sarà una sfida dal doppio significato per Eder.

SPALLETTI OSSERVA - A osservarlo con particolare attenzione, infatti, ci sarà anche Spalletti. L'infortunio patito da Marcelo Brozovic con la Croazia rischia di tenerlo fuori dal derby di domenica prossima e il classe '86 è in ballottaggio con Joao Mario per prenderne il posto nel 4-2-3-1. Qualche giorno fa, a margine di un evento promozionale, il tecnico toscano ha dichiarato di essere sempre attento alle prestazioni di Eder e di valutare la possibilità di metterlo in campo in qualsiasi momento. Per provare a convincerlo, Eder ha una grande occasione: in azzurro, per prendersi il nerazzurro.

@marcodemi90