19
Largo ai giovani, quelli bravi. In Italia c'è chi sta provando davvero l'esperimento coi fatti più che con le parole: Nicolò Rovella è stato titolare per due gare di fila nel suo Genoa, niente male per un ragazzo nato a dicembre del 2001, quasi un 2002 che ha conquistato spazio nel centrocampo di Rolando Maran dove c'è traffico. Eppure Rovella convince, gioca dal primo minuto, ci mette "una personalità fuori dal comune e tanta qualità", parola di Bergomi durante la sfida con l'Inter. Da tenere d'occhio, insomma.
Ascolta "Inter e Juve 'in guerra' sul gioiellino a costo zero: Rovella stupisce, il piano di Preziosi" su Spreaker.
L'OCCASIONE A ZERO - L'opportunità infatti è di quelle importanti. Perché Rovella ha il contratto a scadenza nel prossimo giugno col Genoa, un gioiellino che si può liberare a costo zero fa gola a tutti. L'Inter è quasi nel destino: ha debuttato in Serie A contro i nerazzurri a San Siro, ha giocato da titolare contro gli uomini di Conte nei giorni scorsi, Marotta e Ausilio stanno monitorando l'idea Rovella da tempo con l'idea di prenotarlo in ottica futura. Ma attenzione alla solita Juventus che segue Nicolò da tempo, passo dopo passo nella sua evoluzione al Genoa. E ha già approfondito il tema per capire la fattibilità dell'operazione. Il contratto scade, ma va sottolineato che entrambi i club hanno buoni rapporti col Genoa del presidente Preziosi che farà di tutto per non perdere a zero il suo talento: il piano è di venderlo a gennaio trattenendolo in prestito, una delle poche strade per evitare il problema. Ma l'occasione rimane. E intriga più club...