Inter e Milan avanzano verso la costruzione di un nuovo impianto in comune e la conseguente demolizione dello stadio Meazza. Ad affermarlo sono proprio Paolo Scaroni e Alessandro Antonello, rispettivamente presidente rossonero e amministratore delegato nerazzurro: “Facciamo un nuovo San Siro accanto al vecchio, nella stessa area della concessione. Il vecchio verrà buttato giù e al suo posto ci saranno nuove costruzioni”, ha spiegato Scaroni. “Se lo costruiremo insieme? Assolutamente si”, ha certificato Antonello ai microfoni dell’Ansa.

RISPOSTA DEFINITIVA - Arriva dunque una definitiva riposta alla questione stadio, che sembrava essersi un po’ arenata anche in virtù di quelle che erano state le dichiarazioni del sindaco Sala, più propenso all’ammodernamento dell’impianto esistente. Inter e Milan hanno dunque deciso, sorgerà un nuovo San Siro, proprio accanto a quello attuale, che molto probabilmente ospiterà gli incontri dei due club fino a quando non sarà pronto il nuovo impianto, per poi essere abbattuto. I tempi di realizzazione del nuovo stadio si aggirano attorno ai tre anni dall'avvio dei lavori.