2
Continua il botta e risposta tra Inter, Milan e comune per la costruzione del nuovo stadio. Beppe Sala, sindaco di Milano, ha espresso tutte le proprie perplessità e spiegato l'unica via percorribile, ma i due club intendono approfondire meglio la questione. Questo è quanto scrive la Gazzetta dello Sport. 

“Ma perché il nuovo progetto delle società possa essere approvato che cosa deve restare in piedi dello stadio di oggi? Il Comune parla di «mantenimento e rifunzionalizzazione dell’attuale impianto»: innanzitutto Inter e Milan chiedono che Palazzo Marino avvii le procedure per la verifica sull’interesse culturale dello stadio. Ma non solo. Perché al Comune si chiede di indicare «preliminarmente» quali sono le funzioni sportive da inserire nel progetto di «eventuale rifunzionalizzazione dello stadio Meazza e quali saranno i criteri per valutare la sostenibilità economica del progetto». Inoltre si ribadisce la volontà di agire dentro il recinto della legge sugli stadi, che consente un indice di edificabilità a San Siro vicino allo 0,70: peccato che Sala abbia specificato che Milano non vuole andare oltre lo 0,35 previsto dal Piano di governo del Territorio”.