46
La sostituzione di quello che è stato un perno nel gioco di Antonio Conte risulta la priorità principale degli uomini mercato dell'Inter. Simone Inzaghi avrà il "nuovo" Hakimi entro le prossime settimane, ma il club nerazzurro non si ferma qui e anche per la corsia mancina è alla ricerca di soluzioni low cost che possano rappresentare per il nuovo allenatore delle opzioni interessanti anche dal punto di vista tecnico. In attesa di possibili novità in uscita sul fronte Perisic, i campioni d'Italia stanno sondando il mercato alla ricerca dell'occasione giusta, che potrebbe rispondere al nome di una vecchia conoscenza come Alex Telles.

SFIDA ALLA ROMA - Brasiliano, classe '92, protagonista di una fugace esperienza con la maglia nerazzurra nella stagione 2015/2016 agli ordini di Mancini, l'ex Porto è reduce da un'annata senza troppe soddisfazioni tra le file del Manchester United e sta iniziando a prendere in considerazione l'ipotesi di trovare una nuova sistemazione. Offerto nei giorni scorsi anche alla Roma, che è alla ricerca di un rimpiazzo dell'infortunato Spinazzola, Telles è legato ai Red Devils fino a giugno 2024 (con opzione per un'altra stagione) e ha una valutazione non inferiore ai 20 milioni di euro. Considerando anche l'ingaggio importante, i due club italiani al momento non valutano formule diverse dal prestito per questo tipo di operazione.
PRIMA LE USCITE - Valido soprattutto in fase di spinta, impiegabile indistantamente come quarto di sinistra o in una linea a 5, il laterale brasiliano rappresenta una soluzione di esperienza e di qualità nella sua zona del campo. Soluzione sulla quale l'Inter rimane piuttosto vigile, nella speranza che nelle prossime settimane maturino le condizioni necessarie per muoversi in maniera concreta. Attualmente Perisic e Dimarco - ed eventualmente pure i duttili D'Amborosio e Darmian - sono opzioni più che valide per la fascia sinistra e, in attesa di offerte soprattutto per il calciatore croato (che ha un ingaggio di circa 5 milioni di euro), che possono far dormire sonni tranquilli a Simone Inzaghi.