10
L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport analizza la squadra di Roberto Mancini, trovando qualche lacuna da colmare in vista della prossima stagione:

"Estate che dovrà essere dedicata a una ricostruzione mirata, almeno per l’Inter. Non che manchino qualità e solidità, dalla coppia difensiva Miranda-Murillo a quella d’attacco Icardi-Jovetic, passando per un Kondogbia in netta crescita e i due croati, Brozovic e Perisic, che nei giorni ispirati garantiscono profondità e pressing. Ma l’impressione, un film già visto per la verità, è che serva qualcuno che prenda per mano questa qualità: rispetto alla Juve, per dire, non manca soltanto Marchisio, ma anche una regia arretrata alla Bonucci. E allora finisce che la palla viene appoggiata in orizzontale, al compagno più vicino, oppure scaraventata con lancione lungo sul quale Icardi non può sempre sfiancarsi. Il 4-4-2 di Mancini spesso si traveste da 4-2-3-1, con Brozovic a incunearsi da destra al centro, l’unico a cercare variazioni sul tema, e Jovetic ad allargarsi a sinistra".