19

Marco Branca e l'Inter: un matrimonio destinato a finire. Il dt dei nerazzurri è stato, anche in questa sessione di mercato, al centro di numerose critiche da parte di stampa e tifosi: senza dubbio ha inciso molto, in negativo, la vicenda Vucinic-Guarin con la Juventus. L'Inter ha rischiato di uscire con le ossa rotte dal mercato di gennaio se non fosse stato per l'intervento in extremis del nuovo proprietario indonesiano Erick Thohir che con un colpo da maestro ha piazzato il colpo Hernanes proprio in chiusura, dopo aver formalizzato l'acquisto di D'Ambrosio.

ADDIO ALLA FIGURA DI DT - Secondo quanto rivelato da La Repubblica, la società di Corso Vittorio Emanuele starebbe pensando di compiere una mini rivoluzione interna con l'abolizione totale della figura di direttore tecnico: l'idea sarebbe quella di far gestire il mercato ad un solo uomo. Il ds Piero Ausilio sarebbe il primo indiziato a prendere l'eredità di Marco Branca

MERCATO BALBETTANTE - A pesare tantissimo in merito a questa decisione, che potrebbe essere formalizzata nei prossimi giorni, sono state le numerose difficoltà incontrate da Branca, soprattutto nella cessione di quei giocatori che l'Inter aveva tutta l'intenzione di liberarsi. Prima dell'intervento di Thohir infatti il dt nerazzurro era riuscito a cedere il solo Pereira (in prestito oneroso al San Paolo) e a far rientrare Botta dal parcheggio al Livorno: decisamente poco per chi dovrebbe gestire il mercato di una società che ha come primo obiettivo quello di ridimensionare gli stipendi e cercare di monetizzare il più possibile sul mercato. C'è ancora in ballo la cessione di Ranocchia, direzione Galatasaray: anche in questo caso però l'impressione è che possa essere ancora una volta Thohir a sbrogliare la situazione, rimasta intricatissima nel corso di tutto il mese di gennaio.