81
Dietro alla salvezza dell'Empoli c'è un nome e cognome. Anzi, due: il ds Pietro Accardi ci ha messo le idee, Aurelio Andreazzoli ha indovinato schemi e tattiche. E da quelle parti sono tutti contenti. Il presidente Corsi già si sfrega le mani, pronto a valutare dettagliatamente ogni offerta che arriverà per i suoi talenti. Due nomi su tutti: Fabiano Parisi e Kristjan Asllani. Il primo è partito col freno a mano tirato per un problema che si portava dietro dalla scorsa stagione ma alla lunga si è preso il posto da titolare tirando fuori le sue qualità; il centrocampista classe 2002 ha totalizzato più di venti presenze alla sua prima stagione in Serie A.

PARISI - Sono tanti i club che hanno puntato i riflettori sui due gioiellini cresciuti in uno dei migliori settori giovanili italiani, l'Inter li ha puntati entrambi. I nerazzurri seguono con attenzione Parisi che potrebbe diventare il vice Gosens in caso di addio a Perisic, un esterno a tutta fascia per il futuro (21 anni). Occhio anche alla concorrenza però, perché il ragazzo piace anche al Milan e al Napoli, che a gennaio aveva approcciato qualche contatto con l'agente del giocatore.
ASLLANI - L'altro gioiello che piace all'Inter è Asllani, un profilo che piace ai nerazzurri a caccia di un giovane regista per fare da vice Brozovic. I rapporti tra i club sono ottimi e il giocatore era un osservato speciale nell'ultima gara dell'Empoli a San Siro nella quale ha anche segnato  il suo primo - e unico - gol in Serie A. Storie di incroci di campo e mercato, con l'Inter che pensa ad Asllani egli azzurri che non lo molleranno facilmente: il presidente Corsi vorrebbe tenerlo ancora una stagione e ha già fatto sapere di non aver bisogno di fare cassa. Chi vuole i gioielli dell'Empoli dovrà sudare, l'Inter è avvertita.