218
Il fascicolo è quello in cima al plico, nella sezione pratiche urgenti. In viale della Liberazione non c’è più tempo da perdere, l’Inter vuole chiudere presto la questione relativa al rinnovo di Milan Skriniar, su cui è più che mai vivo l’interesse del PSG. Respinti dall’ultimo no dei nerazzurri, i francesi non hanno assolutamente battuto ritirata e anzi, hanno mantenuto costanti i dialoghi con l’entourage del calciatore per allestire un nuovo assalto nel mese di gennaio.

INCONTRO FISSATO - La faccenda rischia di farsi delicata e per questo motivo l’Inter incontrerà il calciatore subito dopo la sosta per le nazionali, sarà l’occasione per proporre allo slovacco un nuovo contratto da 6,5 milioni di euro a stagione, tetto massimo per i nerazzurri, oltre cui non riuscirebbero a spingersi. Un’offerta comunque al rialzo, visto che tra giugno e luglio l’Inter e Skriniar si erano stretti la mano trovando l’intesa a 5,5 milioni di euro a stagione, con la promessa di siglare l’accordo subito dopo il mercato. Nel frattempo, però, si è fatto vivo il PSG con una proposta di 8 milioni più bonus, una circostanza che costringerà i nerazzurri a rivedere le cifre.
SI DECIDE ENTRO OTTOBRE - Per l’Inter non sarà possibile pareggiare l’offerta dei francesi, ecco perché la palla passerà tra le mani  di Skriniar, cui i nerazzurri concederanno un po’ di tempo per riflettere ed esprimere pubblicamente la sua decisione. Nell’immaginario di Ausilio e Marotta, questa storia dovrà conoscere un epilogo tra metà e fine ottobre, non oltre. Se Skriniar dovesse rifiutare la proposta di rinnovo, l’Inter si ritroverà a gennaio davanti a una scelta complessa: cedere alla nuova offensiva del PSG o proseguire con il difensore slovacco fino al termine della stagione per poi perderlo a zero. Molto dipenderà anche da quella che sarà la classifica dei nerazzurri e dalla posta in palio. L’ultima parola spetterà comunque a Milan Skriniar.