173
L’Inter tenta lo scatto per Sandro Tonali, che neanche a dirlo piace anche alla Juventus. L’obiettivo è quello di evitare il Kulusevski bis e per questo motivo Marotta sta imbastendo i dialoghi col Brescia e con l’entourage del calciatore per portarsi avanti e sentirsi al sicuro, più di quanto lo fosse con lo svedese poi accasatosi in bianconero. A caldeggiare la candidatura del centrocampista classe 2000 è soprattutto Antonio Conte, che a riguardo ha ricevuto relazioni meravigliose da Lele Oriali, che insieme a Mancini ha potuto apprezzare il calciatore in Nazionale. Mezzi tecnici e tanta umiltà, due qualità che sono al vertice della piramide ideologica di Conte e che spingono Tonali verso il nerazzurro, anche se la strada per chiudere la trattativa è ancora molto lunga. 

FOLLIE PER TONALI - La valutazione di Cellino obbliga alla calma, il presidente del Brescia chiede quasi 50 milioni di euro, una cifra che fortunatamente può essere limata con l’inserimento di valide contropartite tecniche. Marotta ha messo Tonali nel mirino, l’Inter lo ha scelto e non vuole arrivare seconda alla corsa, anche se è ben conscia della forte concorrenza, italiana ed estera. Le richieste di Cellino non spaventano, c’è la volontà di sederi a tavolino per iniziare una trattativa seria, una trattativa che per lungo tempo Marotta ha tentato di tenere al riparo, non uscendo allo scoperto e negando sempre contatti per Tonali. Notizia che però adesso è di dominio pubblico: l’Inter vuole Tonali ed è pronta a mettere sul piatto una ricca offerta per il Brescia.