Inter-Carpi 1-1

Handanovic 6,5:
Nel primo tempo viene impegnato poco, ma quando Mbakougu gli si presenta di fronte, non perde occasione per evidenziare quanto in questo momento sia poco terrestre: il tiro è abbastanza centrale, ma molto forte e scoccato da distanza ravvicinata. Lui lo blocca. Alla fine non può nulla su Lasagna 

Montoya 5: Vai a capire la sua situazione. Fantasma per metà stagione, richiamato alle armi da Mancini, messo nuovamente in naftalina e nuovamente schierato titolare oggi contro il Carpi. (Dal 30’ s.t. Nagatomo s.v.)

Murillo 6: Si vede subito che ha voglia di farsi perdonare qualche errore di troppo commesso nelle scorse apparizioni. É sul pezzo.

Juan 5: La prestazione a Napoli era stata ottima, non la ripete. Nel primo tempo commette qualche errore di troppo, nella ripresa è in ritardo sul taglio di Lasagna 

Telles 6: Nel primo tempo si propone con costanza, ma lascia qualche spazio di troppo alle proprie spalle. Ad inizio ripresa, Mancini lo toglie dal campo, forse anche spaventato dal cartellino giallo che il brasiliano si è procurato. (Dal 46’ s.t. Miranda 6: inizia con un errore non da lui, un caso isolato che si perde nella solita impeccabile prestazione)

Melo 6,5: Vale un po’ lo stesso discorso di Medel: da mediano puro e senza obblighi d’impostazione, rende il meglio di sé. Prestazione priva di pecche e cattiva il giusto, nella ripresa impegna anche Belec
Brozovic 5: Di sicuro non è questo il centrocampista che poche settimane fa richiedeva anche l’Arsenal. Sbaglia appoggi semplici, non detta i tempi e non cerca mai la conclusione.

Perisic 6,5: Nella prima frazione di gioco è probabilmente tra i più attivi in attacco. Dal suo piede nasce anche l’azione del gol. Inizia bene anche la ripresa impegnando Belec dopo 4’ di gioco

Ljajic 5,5: Prova ad accendere la luce, ma oggi il genio è abbastanza appannato

Palacio 7: Un gol fatto ed un urlo strozzato in gola per il miracolo di Belec. Non si risparmia mai. Se solo gli altri seguissero il suo esempio... (dal 38’ s.t. Jovetic s.v.)

Icardi 5: Non si vede praticamente mai. Assente non giustificato, sia dentro che fuori dall’area di rigore

Mancini 5: Settimana abbastanza nervosa, che si conclude nel peggiore dei modi. La squadra è lenta e gioc male. Iniziano ad avere ragione quelle che "non può sempre finire 1-0..."