7
L'edizione odierna de "La Repubblica" non giudica soddisfacente la prestazione offerta a Frosinone dalla squadra nerazzurra. L'Inter porta a casa tre punti grazie alla rete di Icardi, ma solo dopo aver giocato 73' imbarazzanti:

“Com’è triste Frosinone, almeno fino al terzo tempo di Maurito. Uno, due passi rapidi in area sul cross di Perisic, poi il salto e il volo fluttuante verso il pallone, l’anticipo secco su Blanchard che non sente arrivare la minaccia, la deviazione leggiadra e potente, di testa, mentre ancora il centravanti sta andando su. La palla muore felice sotto l’incrocio. Un gol alla Pruzzo, suggeriscono quei seccatori dei ricordi. O alla Mauro Icardi, che tocca quota 50 reti in 100 partite da interista (e 14 solo quest’anno), che è poi quello che interessa ora. L’Inter va in buca così, dopo 73 minuti di imbarazzi e quando è stata salvata due volte dai legni dietro Handanovic, e tanto le basta, visto che non sono più i tempi, in fondo felici a pensarci ora, in cui si disquisiva di estetica applicata al calcio, e si criticavano gli scabri 1-0 del girone d’andata. Questa è l’undicesima vittoria per 1-0 (su 17), la seconda in trasferta nel 2016 tre mesi dopo Empoli, e anche lì il graffio fu di Maurito, in cima a imbarazzi e sofferenze”.