5
Forte fisicamente, dotato di esperienza internazionale e giocatore di personalità: un identikit che si sposa perfettamente con Alberto Botìa, difensore classe 1989 in forza Olympiacos sul quale l'Inter ha messo gli occhi in vista della prossima stagione. Secondo una strategia di mercato ben studiata che, anche alla luce delle recenti limitazioni imposte dalla Uefa col Fair Play Finanziario, non prevederà grandi esborsi di denaro il club nerazzurro metterà comunque a disposizione di Roberto Mancini i rinforzi nei reparti più bisognosi di intervento per aumentare la competitività dell'organico.

SINERGIA GRECA - Tra le esigenze espresse dall'allenatore jesino c'è anche l'acquisto di un centrale difensivo che offra maggiori garanzie di contuinità di rendimento rispetto a Ranocchia e Juan Jesus e che possa sposarsi bene con un altro centrale che si sta ritrovando in questo finale di stagione come Nemanja Vidic. Il recente summit con la dirigenza dell'Olympiacos per sondare la pista che porta al terzino sinistro francese classe '93 Masuaku e per parlare di alcuni calciatori graditi alla formazione campione di Grecia (Kuzmanovic, Taider e Schelotto tra gli altri) è servito anche per fare il punto su Botìa, giocatore cresciuto nel settore giovanile del Barcellona prima di girovagare in Spagna con le maglie di Sporting Gijon, Elche, Siviglia e di approdare la scorsa estate all'Olympiacos.
SULLO SFONDO LA DOYEN - Tutte formazioni in cui l'influenza del potente fondo Doyen, sempre più alla ribalta in questi giorni, è fortissima. L'Inter, come la maggior parte dei club europei, non può sottrarsi al meccanismo per cui per arrivare a certi calciatori sia necessario "sporcarsi le mani", soprattutto in un periodo di ristrettezze economiche. Botìa, giocatore che lo scorso anno ha disputato 33 presenze in campionato col Siviglia ma non ha preso parte alla cavalcata vincente in Europa League, quest'anno è andato a segno in Champions nella gara dello Stadium contro la Juventus ed è pronto ad affrontare una nuova avventura; passato dalla formazione andalusa in Grecia per 2 milioni di euro, con un contratto in scadenza a giugno 2018 può partire per circa 5 milioni. Di lui, calciomercato.com ha parlato ha parlato recentemente in occasione dei pezzi di presentazione sui giocatori della galassia Doyen (clicca QUI per leggere l'articolo sui difensori).

Andrea Distaso
@AndreaDista83