40
Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter, parla a Mediaset dopo la vittoria ai supplementari sull'Empoli negli ottavi di Coppa Italia: "Queste partite degli ottavi sono state tutte tirate, ai supplementari. Sapevamo di affrontare una squadra con qualità, nel primo tempo dovevamo fare qualche gol in più e il loro portiere ha fatto parate straordinarie. Nel secondo tempo abbiamo perso distanze e lucidità, siamo andati sotto ma i ragazzi sono stati bravi a rimontare perché volevamo i quarti".

SENSI - "Stefano si è meritato una serata del genere, in questi mesi non ha avuto spazio ma si è allenato bene. Finché è un giocatore dell'Inter tale lo considero, poi è forte ed è normale che abbia richieste. Se vuole restare qua me lo tengo volentieri, è un'arma a disposizione, poi lui deve fare scelte e valutazioni. Abbiamo parlato tanto, è un ragazzo intelligente. L'ho salutato? No: finché ha la maglia dell'Inter me lo tengo stretto".
TERRENO DI SAN SIRO - "Purtroppo abbiamo questa problematica sia noi che il Milan, da quasi un mese e mezzo. Speriamo si possa fare qualcosa nella sosta, qualche provvedimento bisogna prenderlo perché obiettivamente si fa fatica, penso sia stato penalizzato anche l'Empoli. Negli ultimi due mesi San Siro ha problemi al manto erboso".

SANCHEZ - "Io penso che Alexis è un grandissimo valore aggiunto e nelle ultime 6 partite ne ha giocate 4 da titolare e 2 è subentrato, si sta meritando con le prestazioni il minutaggio. Dobbiamo ancora valutare l'infortunio di Correa che non ci voleva, era rientrato ci avrebbe dato una mano. Speriamo di recuperarlo dopo la sosta, ma ha avuto un problema abbastanza importante".