6
L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport accende i riflettori su quella che questa sera sarà la sfida nella sfida nel corso del match tra Inter e Juventur: Icardi contro Higuian. Questo è quanto scrive la "Rosea".

“Inter-Juve porta con sé Icardi contro Higuain, duello chiave per la partita di San Siro e per tante altre cose o temi. Non ne facciamo soltanto una questione di gol segnati, per quanto i numeri siano importanti e diano forza alle opinioni. Icardi versus Higuain ci parla più che altro dei differenti modi di intendere il ruolo di centravanti. L’anagrafe ha il suo peso. Icardi è del febbraio 1993, Higuain del dicembre 1987, tra i due scorrono cinque anni e due mesi: sembrano pochi, ma sono tanti, perché a cavallo del millennio il calcio è mutato. Higuain bambino ha respirato l’aria dell’ultimo romanticismo pallonaro, oggi dispensa giocate calde e si prende delle pause emotive ed emozionali. Icardi è cresciuto con la playstation, oggi ricerca la glacialità e il gol è la sua unica meta: se non segna, di rado incide con altri mezzi. I duellanti di stasera sono diversamente argentini, nella Selecciòn sono concorrenti, se non alternativi, e diversamente attaccanti”.