Tralasciando per un attimo il caso Sneijder, gli ultimi risultati della squadra di Stramaccioni evidenziano la grande rilevanza del fattore ‘M’: ‘M’ come Milito, il Principe dopo la doppietta alla Juve vive un fisiologico decadimento di forma; ‘ M’ come Mudingayi, con lui accanto Cambiasso si è espresso al meglio, perché più libero di sganciarsi in avanti e ‘M’ come  Maicon, il vuoto lasciato dal terzino brasiliano non può essere colmato solo dal pur bravo Capitan Zanetti. Ora è compito di Branca e dei suoi 007 trovare una soluzione sul mercato di gennaio.