13
"Se vuole tornare a giocare a calcio, siamo pronti ad accoglierlo". Il futuro di Christian Eriksen è ancora da scrivere, dopo il problema cardiaco accusato durante gli europei che ha fermato il centrocampista dell'Inter, ma tra le ipotesi c'è quella che il danese possa proseguire la carriera in patria e l'Odense, club nelle cui strutture l'ex Ajax e Tottenham ha ripreso ad allenarsi, lo chiama a gran voce. 

'DIPENDE DA LUI' - Enrico Augustinus, direttore sportivo del club, lo ha confermato al portale danese BT.dk: "E' una sua decisione al 100%, se potessimo dargli un contratto lo faremmo. Abbiamo un buon rapporto con Christian, abbiamo contatti regolari ed è fantastico che possa allenarsi ad Adalen. Ma non gli proporremo nulla fin quando non deciderà se tornare a giocare. Naturalmente, per Eriksen c'è spazio all'Odense se decide di tornare a giocare".

PROBLEMA SOLDI - Lo stipendio di Eriksen è elevato, ma per Augustinus è un ostacolo che si può superare: "I soldi? Non ci sono club danesi che hanno soldi per comprarlo, forse il Copenaghen, ma c'è differenza se sarà libero dall'Inter o no. Non ci sono club, qui, neppure in grado di dargli uno stipendio all'altezza di quello attuale e non vogliamo decuplicare lo stipendio più alto della Superliga. Per lui ci sarà posto anche fuori dal campo, se dovesse chiedercelo".