51
Piero Ausilio e l'Inter, un binomio che va avanti da anni. Perché il dirigente è cresciuto in nerazzurro sotto diverse vesti, fino alla gestione solitaria dell'area tecnica ormai dal 2014; un rapporto che è pronto a continuare con un altro rinnovo in arrivo per Ausilio, nonostante le voci degli ultimi mesi. La Roma si era informata sull'idea di portarlo nella Capitale prima di virare con decisione su Gianluca Petrachi, questo anche perché Piero Ausilio ha ormai fatto la sua scelta: il prolungamento del contratto con l'Inter è praticamente impostato e potrà essere di durata triennale, ancora da limare gli ultimi dettagli. Avanti insieme, questa l'idea di base.

I PROSSIMI PASSAGGI - In ottimo feeling con Marotta anche prima che l'ex dirigente della Juventus arrivasse a Milano, il ds è stimato dai manager di Suning e pure nelle ultime settimane si è attivato in prima persona tra missioni europee per conto dell'Inter oltre che nelle trattative condotte in vista del prossimo luglio. Su tutte, l'operazione Diego Godin è stata voluta, pensata e completata proprio da Piero Ausilio. La strada è segnata, adesso è questione di tempo, Ausilio e l'Inter sono pronti ad andare avanti insieme a meno di clamorosi ribaltoni. Cosa può accadere in questo senso? Perché non è ancora arrivata l'ufficialità? Questione di tempo per la firma. Chiaro, se non si dovesse accedere alla prossima Champions League, allora potrebbe accadere di tutto anche a livello dirigenziale. Ma l'Inter fa filtrare ottimismo e ha scelto di proseguire nel percorso con Ausilio. Aspettando che gli obiettivi immediati arrivino al traguardo...